bolt-guida-autonoma

Test della GM Bolt a guida autonoma

La General Motors ha dichiarato che nel mese di gennaio inizierà  da un impianto del Michigan un piccola produzione in serie di veicoli  a guida autonoma, con le versioni di prova di Chevrolet Bolt dotati di questa tecnologia. Mary Barra, CEO di GM, ha detto anche che le Bolts a guida autonoma  inizieranno  le prove sulle strade pubbliche presso il Centro Tecnico della GM a Detroit in quanto la recente legislazione statale permette un più ampio uso dei veicoli. GM già ha testato circa 40 di queste Bolt sulle strade di San Francisco e Scottsdale, in Arizona, ma la flotta utilizzata nel Michigan sarà decisamente più numerosa. Mary Barra in una conferenza stampa ha detto che Gm  si sta  assicurando che i propri  AVs  siano in grado di operare in modo sicuro attraverso una gamma completa di strade e di condizioni del tempo.
Lo stabilimento GM di Orion Township in Michigan, produce già  una auto Bolt elettrica con una autonomia di circa 380 Km con una ricarica completa e la vettura utilitaria Chevy Sonic.
Il test della vettura a guida autonoma di GM nel Michigan è stato finora limitato alle strade private all’interno del suo Centro Tecnico ma ora potrà espandersi per le strade nei dintorni  ed in seguito in tutta la regione di Detroit. Infatti Rick Snyder, Governatore del Michigan,  ha firmato una legge che incoraggia i test e la diffusione di veicoli autonomi in tutto lo stato. Barra non ha voluto dire quando GM prevede di iniziare ad offrire veicoli a guida autonoma ma GM ha iniziato recentemente a vendere Bolt  EV di serie in California e Oregon. Inoltre vuole iniziare le vendite nelle regioni Nord-est e mid-atlantiche nel prossimo  inverno prima di regolarizzare, verso la metà del 2017, la distribuzione ai concessionari specializzati EV a livello nazionale. Si tratta più o meno della stessa data prevista da Tesla per il lancio della sua “Model 3” simile per prezzo e posizionamento alla Bolt EV. E’ però molto probabile che Tesla non lanci la sua vettura prima del 2018 lasciando un grande vantaggio a GM che può eseguire  le prove della sua Bolt a guida autonoma prima ancora dell’inizio della produzione del Model 3.

“Abbiamo l’opportunità e la responsabilità di creare un nuovo modello di trasporto personale”, ha detto Mary Barra. “vogliamo essere sicuri che i nostri veicoli a guida autonoma possono operare in modo sicuro in una varietà completa di strade e di condizioni  del tempo”.
Le aziende automobilistiche  vedono in questa tecnologia un modo per risparmiare decine di migliaia di vite perché la maggior parte degli incidenti mortali sono il risultato di un errore umano.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *